Dollaro di Hong Kong frenato dall’HKMA poiché le misure Covid-19 indeboliscono l’USD

Le previsioni del paniere asimmetrico del bordo del dollaro di Hong Kong di oggi non sono poi così male con uno sforzo di immaginazione! Il commercio di valuta di Hong Kong è un buon esempio. L’HKMA ha adottato misure che hanno indebolito la valuta USD e ha anche rafforzato il dollaro di Hong Kong.

Il commercio di valuta non è in discussione. Ma i due attori principali ora sono gli stessi, per così dire. E così il tasso di cambio è influenzato dai flussi di denaro straniero in Cina e anche dalla Cina. Le due valute si stanno ora muovendo in direzioni opposte.

Da un lato l’Autorità Monetaria di Hong Kong (HKMA) e la Banca Popolare Cinese (PBOC) hanno entrambe annunciato alcune misure di allentamento per sostenere i mercati e ridurre il rischio finanziario. Ciò contribuirà a stabilizzare il valore del dollaro di Hong Kong, riducendo il rischio di cambio.

Entrambe le valute si stanno indebolendo rispetto ad altre coppie di valute. Ciò è dovuto principalmente al debole deficit commerciale tra i due paesi e al dollaro USA più debole.

L’HKMA ha adottato misure come la limitazione del deposito in borsa e un massimale sul conto in dollari. Tuttavia, ciò non influisce direttamente sul valore USD ma indirettamente sul tasso di cambio poiché il dollaro USA non può essere detenuto nei conti.

Nel frattempo, la PBOC ha anche annunciato che il mercato dei cambi vedrà alcune ulteriori misure di liberalizzazione per quanto riguarda le rimesse offshore. Le due banche centrali lavoreranno insieme per fornire una maggiore liquidità in valuta estera e per alleviare il fattore di rischio di cambio.

Anche il mercato del Forex trading in città è stato colpito. Tuttavia, non nel modo in cui tutti siamo stati portati a credere. In effetti, i flussi di denaro straniero in entrata e in uscita dal paese sono rimasti stabili. Gli investitori stranieri non vogliono investire troppo pesantemente nella valuta di Hong Kong a causa dell’instabilità del sistema politico.

L’HKMA ha anche spinto per una presa ancora più stretta sul mercato interbancario e per un quadro normativo forex più efficiente. che impedirebbe la manipolazione del mercato e la svalutazione della moneta. Anche se questo potrebbe non influenzare direttamente il flusso di denaro straniero in entrata o in uscita dal paese, il valore indebolito del dollaro di Hong Kong potrebbe ripercuotersi sulla coppia di valute estere.

L’altro principale partner commerciale della regione sono le Bahamas. Infatti le Bahamas sono attualmente il secondo maggiore detentore del dollaro di Hong Kong in termini di depositi monetari. Con il recente annuncio del governo delle Bahamas, potrebbe continuare ad essere così nei prossimi anni.

Le Bahamas potrebbero anche cercare di espandere i loro legami commerciali con gli Stati Uniti. La situazione politica negli Stati Uniti è diventata sempre più instabile nell’ultimo anno ed entrambe le parti stanno lavorando per ridurre al minimo la loro esposizione commerciale all’altra. È molto probabile che presto anche le due banche centrali dei due paesi inizieranno a negoziare un accordo commerciale.

Sebbene non ci siano notizie ufficiali dagli Stati Uniti, ci sono stati segnali che l’isola delle Hawaii stia considerando la liberalizzazione dei regolamenti sulle transazioni in valuta estera. L’isola delle Hawaii ha utilizzato da tempo il dollaro USA per commerciare con altri paesi.

Se il governo degli Stati Uniti seguisse l’esempio alle Bahamas, aprirebbe una nuova opportunità commerciale nella regione asiatica. Se la mettessi in un altro modo, fornirebbe l’accesso agli Stati Uniti per i mercati finanziari asiatici alle economie asiatiche, compresa Hong Kong.

Il potenziale per Hong Kong di commerciare più pesantemente con il resto del mondo è molto alto. Ci sono molti vantaggi nel farlo.